Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

Un principio del Budo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Un principio del Budo

Messaggio  antonio giardina il Dom 11 Ott - 20:52

Oshi shinobu osu
Sii paziente con te stesso e con gli altri

Progredire nelle Arti Marziali significa che ciascun praticante compie costantemente un passettino in avanti spiritualmente, a prescindere da quelle che sono le sue possibilità fisiche. Anche l'anziano o la persona debole può praticare Arti Marziali, se comprende questo. Il progresso in una parola è, dal punto di vista qualitativo, molto più valido di uno sportivo di talento e tecnicamente superiore, ma che si limita esclusivamente all'allenamento fisico. La mera comparazione delle prestazioni fisiche finalizzata alla vittoria è assurda per il Budo. Qui stà la differenza tra budo e sport.
Con un allenamento costante e perseverante, ognuno fà progressi. Nessuno si deve perdere d'animo se un altro magari apprende la tecnica più celermente. Il tempo risolve il problema da sè, a condizione che la condotta interna sia quella giusta. Per praticare le Arti Marziali non c'è bisogno di talento sportivo. Tutti possono imparare a superare i propri limiti. Non v'è nulla a che vedere con record e cose simili. Il vero progresso nel Budo è un'acquisizione interiore. Nelle Arti Marziali, l'aspettativa di vittoria sull'avversario è cosa da principianti. Il Budo non è la via per stabilire record.La giusta comprensione dell'esercizio richiede un atteggiamento di pazienza nei confronti di sè e degli altri. Realizzare tale atteggiamento con l'allenamento è di grande importanza anche per la vita quotidiana. Molti si lagnano delle loro esigue possibilità, sia a livello privato che professionale, delle ripercussioni negative della vita moderna, dello stress, ecc..e non si accorgono che il loro interno è un'immagine speculare di quello che c'e fuori. Queste persone, sia nel Budo che nella vita, vogliono di più di quanto sono disposte a dare e in tal modo diventano dipendenti delle proprie velleità niente a fatto realistiche. Se imparano ad essere pazenti e meno pretenziose, potrebbero individuare le possibilità che la vita offre loro. Ma propio perchè il loro spirito non è paziente nè modesto, non riescono a vedere dove stanno i veri problemi. Il praticante deve imparare ad essere paziente e modesto. Solo allora gli sarà consentito di crescere tramite l'esercitazione e di svilupparsi. Una condotta sbagliata nell'allenamento per le Arti Marziali comporterà nella sua vita ancora maggiore stress e disarmonia.L'esercizio nelle Arti Marziali serve alla persona, ma i risultati dipendono dallo spirito che comprende il vero senso che esse hanno.

Se non si è pazienti nelle piccole cose,
si è destinati al fallimento nei grandi progetti.

Confucio.

Non sono ovviamente parole mie, ma le condivido. Very Happy[i]
avatar
antonio giardina
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 139
Data d'iscrizione : 03.04.09
Età : 65
Località : Livorno

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum