Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Fighting Spirit of Old Japan
Gio 5 Nov - 14:14 Da Raffaele

» Katana Vs Longsword
Mar 31 Mar - 11:48 Da Raffaele

» Kendo e proiezioni
Mer 11 Mar - 3:09 Da Raffaele

» Nito Ryu e Koryu
Mer 11 Mar - 3:05 Da Raffaele

» Filmati vari 2014
Gio 11 Dic - 13:29 Da Raffaele

» Regolamento arbitrale relativo al Nito - Ryu
Gio 11 Dic - 13:12 Da Raffaele

» 106° Kyoto Enbu Taikai (2010) e Kyoto Kendo 2010 Hachidan shinsa
Mar 9 Dic - 13:33 Da Raffaele

» Corso di Iaido a Lucca!
Ven 10 Ott - 1:06 Da Anna

» Stagione 2014-2015: SI RIPARTE!
Mar 2 Set - 15:24 Da Anna

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

La luna crescente dell’Hōzōin Ryu

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La luna crescente dell’Hōzōin Ryu

Messaggio  Raffaele il Gio 17 Dic - 16:13

Nello stesso periodo in cui nasceva e si diffondeva in oriente la setta buddista Zen, anche una sua contemporanea, la setta Kegon (nota come Hua-yen in Cina), faceva altrettanto. Più intellettuale rispetto allo Zen e alla sua visione semplicistica della vita, la setta Kegon interpreta l’universo come una enorme e complicatissima macchina, composta da milioni di milioni di ingranaggi interagenti tra loro (le persone e il karma delle loro azioni). Per un adepto di questa setta l’illuminazione consiste nel realizzare che il concetto di indipendenza è illusorio e che l’esistenza è una completa interdipendenza con gli altri e le loro azioni, passate, presenti e future. Quindi i seguaci della setta Kegon cercheranno di capire il funzionamento generale dell’enorme macchina studiando l comportamento del proprio piccolo ingranaggio, integrandosi quanto più possibile nelle cose del mondo
Non si conoscono date precise sull’arrivo di questa setta nel Giappone medioevale, sta di fatto che all’inizio del 1500 questa era professata in diversi templi disseminati in varie località del paese del Sol Levante.
Uno di questi sorgeva presso la citta di Nara, ed era intitolato al monaco cinese che per primo formalizzò la dottrina kegon, Fa-tsang, in giapponese Hozo da cui il nome di Hozoin (le rovine questo tempio sorgono accanto all’attuale tempio Kōfuku-ji, in Nara).
La storia del tempio, fino ad allora priva di eventi marziali degni di nota, era destinata a subire una svolta con la nomina di un nuovo capo abate, Kakuzenbo Innei, nel 1560 (siamo in piena epoca sengoku). Innei, come molti altri chierici del tempo, e non solo del lontano oriente, era il figlio minore, nato nel 1521, di una famiglia nobile, e, non potendo sperare di ereditare i possedimenti destinati ai fratelli maggiori, era stato fin da piccolo indirizzato alla carriera spirituale. Come per molti altri monaci giapponesi del tempo, questo non gli aveva evitato di sviluppare una forte passione per le arti marziali, tanto più che Nara era ricca di maestri, come Kamizumi Ise no Kami Nobutsuna (fondatore dello Yagyu Ryu) e Daizen Taibu Shigetada, maestro di lancia, entrambi dei quali aveva visitato come studente. Il suo nuovo ruolo, oltre a portargli molte incombenze amministrative, lo mise in contatto con molti importanti esponenti di altre suole marziali, come Kitabatake Tomonori, governatore della provincia di Ise e maestro del Kashima Shinto ryu, e Onishiki Shunken, del Katori Shinto Ryu.
Durante questi anni di studio, forse per inclinazione personale, forse per tradizione (già in epoca Muromachi la Yari e la Naginata erano le armi tradizionale dei sō-hei, i monaci guerrieri del Giappone medioevale), Innei divenne sempre più interessato ad una specifica porzione degli ampi curricula di questi ryu, il sojutsu o arte della lancia. Gradualmente, dalla loro elaborazione, creò un proprio stile che presto iniziò ad insegnare ad altri monaci del tempio che ne fossero interessati, era nato l’Hozoin Ryu. La nuova scuola poteva contare non solo su una valida base teorica, ma anche su un arma innovativa, la kama-yari (鎌槍) o lancia Hozoin(che ricorda per certi versi la partigiana europea).
La leggenda vuole che questa particolare arma fu inventata da Innei la sera prima di uno scontro, il monaco si aggirava nel cortile del tempio con lancia in mano facendo qualche esercizio, quando il lampo di un temporale in avvicinamento gli permise di vedere la propria immagine in una polla d’acqua. In questa immagine la lancia che portava era incorniciata dalla luna crescente a poca distanza dalla punta. L’idea non era del tutto nuova, le lance per la caccia al cinghiale, sia in Giappone che in Europa, da tempo immemorabile portavano, ad una certa distanza dalla punta, una barra fissata in modo perpendicolare all’asta per bloccare un animale impalato che, incurante della propria imminente morte, continuasse comunque a spingersi verso il cacciatore cercando di azzannarlo. Allo stesso modo, una lama a forma di mezza luna fissata ad una adeguata distanza dalla punta della lancia, avrebbe fermato un opponente che tentasse di spingere via l’arma per poi chiudere la distanza e colpire. Non solo, la nuova forma consentiva di utilizzarla anche come un gancio, in grado di fissarsi ad un arto del malcapitato avversario e, applicando una forza sufficiente con la giusta traiettoria circolare, piegarne le articolazioni proiettandolo in modo del tutto analogo ad una tecnica di judo.
Non stupisce che in breve tempo il tempio divenne meta di pellegrinaggio da parte non solo dei devoti alla setta Kegon, ma anche di innumerevoli bushi desiderosi di imparare o confrontarsi con la lancia con la luna crescente. Tra questi Yagyu Muneyoshi e suo figlio, Yagyu Munemori (Muneyoshi divenne il successore di Kamizumi Ise no Kami, fondando lo Yagyu Shinkage Ryu) da tempo conoscenze di Innei, così come Ono Jiroemon Tadaaki, secondo Soke dell’ Itto Ryu, e infine Myamoto Musashi, venuto a misurasi con i monaci lancieri con esiti diversi a seconda della fonte (in alcune storie si dice che perse la prima sfida e vinse la seconda, in altre che vinse entrambi gli scontri, ecc, in genere il suo avversario è Inshun).
Nel 1607 Kakuzenbo Innei muore e gli succede Kakuzenbo Inshun. In seguito la scuola viene guidata da Nakamura Naomasa e poi da Takada Matabee Yoshitsugu. Tuttavia, ad un certo punto, i tre migliori allievi di Takada si recarono ad Edo a promuovere l’Hozoin-Ryu Sojutsu presso la corte, anche perché in seguito all’unificazione, Ieiasu fece in modo che nel paese non ci fossero più monaci guerrieri se non come ex-monaci al suo diretto servizio, tanto che nel 1603 non c’erano più nel paese templi che insegnassero ai loro adepti la via del guerriero, Hozoin incluso (dovrebbe essere in questo periodo che il tempio Kōfuku-ji viene ricostruito come fondazione puramente religiosa). Il loro successo è testimoniato dal fatto che a ridosso dell’era Meiji, nei centri di addestramento shogunali erano ancora impegnati diversi maestri dell’Hozoin ryu sojutsu.
Nel 1976 la sede del koryu ritorna a Nara. Nel 1991 Kagita Chubei diviene il 20° Soke dell’Hōzōin-ryū sōjutsu, titolo che dovrebbe detenere tuttora.
Infine, tra i personaggi più o meno noti che hanno studiato questo stile, è da segnalare in modo particolare il fondatore dell’aikido, Morihei Ueshiba.


Fonti:
-Dave Lowry “The spears of Hozoin” -Essays on the Japanese Martial Arts and Ways, 2002
-Stephen Turnbull 2Samurai Warriors” Poole, Dorset: Blandford Press.
-Wikipedia- http://en.wikipedia.org/wiki/Hōzōin-ryū




Raffaele
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 797
Data d'iscrizione : 02.04.09
Località : Livorno

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La luna crescente dell’Hōzōin Ryu

Messaggio  Raffaele il Gio 17 Dic - 20:40

Alcuni filmati:





Raffaele
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 797
Data d'iscrizione : 02.04.09
Località : Livorno

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La luna crescente dell’Hōzōin Ryu

Messaggio  Raffaele il Sab 27 Mar - 21:50

Un dimostrazione eseguito a febbraio 2010 durante il Kobudo Kyokai Embu presso il Budokan:


Raffaele
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 797
Data d'iscrizione : 02.04.09
Località : Livorno

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La luna crescente dell’Hōzōin Ryu

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum